Under 16 Regionale. CAB Stamura beffato in finale

Termina con il secondo posto nel campionato Under 16 Regionale l’avventura del CAB Stamura classe 2001 allenato da Gaga Ruini e Sandro Castorina. Piazzamento d’onore per i stamurini dopo aver perso la combattuta finale per il titolo giocata al PalaPanzini di Senigallia. Gara non bella, piena di errori ma anche di una buona dose di intensità con i ragazzi che hanno avvertito palpabilmente l’importanza della posta in palio. Alla fine ha vinto l’Olimpia Pesaro protagonista di un ultimo quarto dove ha sbagliato meno e messo i canestri decisivi che hanno di fatto deciso il match. Poco da rimproverare al CAB che ha lottato su ogni pallone e in ogni centimetro di campo che però alla fine deve accettare l’inappellabile verdetto.
La gara del PalaPanzini ha visto due squadre contratte all’inizio, si sbaglia talmente tanto nei primi possessi che il punteggio dopo 5′ è di 4 pari. Alla fine del primo parziale i dorici sono avanti 16-8 grazie a un’impennata avuta proprio negli ultimi minuti. Nel secondo quarto Pesaro recupera lo svantaggio e ne esce una gara vissuta sull’orlo dell’equilibrio. L’Olimpia piazza il primo sorpasso (22-21) al 18′ ma il CAB torna di nuovo avanti prima dell’intervallo chiudendo in vantaggio la prima metà di contesa (22-23). Nella ripresa le cose non cambiano. Stesso copione con le due squadre che si equivalgono sia sotto il profilo del risultato che dell’intensità espressa. La più logica conseguenza è la perfetta parità a quota 40 con il titolo regionale che rimane in bilico con soli 10′ da giocare. L’inizio di ultimo periodo però è tutto di marca pesarese. L’attacco stamurino si blocca stridendo contro i ferri del palas senigalliese, dall’altra parte l’Olimpia trova i punti che le permettono l’allungo fino al 51-40 del 34′. La fine sembra vicina ma il CAB getta in campo il residuo di energie dopo una lunga stagione. I biancoverdi difendono ritrovando la produttività offensiva che permette loro di tornare a galla. I ragazzi di Ruini toccano il -2 sbagliando anche qualche tiro libero di troppo, Pesaro ha il merito invece di trovare i punti che ridà lo slancio e mettere quel margine che risulterà incolmabile pure per i volonterosi e indomiti stamurini. Finisce 62-55 e applausi per tutti. L’Olimpia festeggia meritatamente il titolo regionale con il CAB che ha la consapevolezza di aver dato tutto e di aver concluso comunque una grande stagione.