U16 femminile. Chiusa la stagione con il Concentramento Interregionale

Tre sconfitte nel Concentramento Interregionale di Noventa Padovana chiudono la stagione dell’Under 16 femminile del CAB Stamura, un cammino totalmente positivo per le brave ragazze di coach Novelli capaci di raggiungere la qualificazione a una fase nazionale centrando il massimo risultato storico di un gruppo femminile del CAB Stamura dopo appena cinque anni dalla nascita del progetto rivolto all’attività in rosa della Società stamurina.

Arrivato al Concentramento in Veneto totalmente privo di pressioni, e con il solo intento di giocarsela a viso aperto contro tutto e tutti godendosi ogni frammento di una comunque grande esperienza, il CAB Stamura ha dimostrato oggettive difficoltà al cospetto di squadre più attrezzate con giocatrici di livello assoluto e con una esperienza sicuramente superiore. Il primo ostacolo è stata subito la fotografia di tutto questo con il match contro il Geas Basket rivelatosi addirittura più difficile del previsto. 86-29 il punteggio per le valide sestesi, candidate ora ad arrivare molto in alto nella prossima Finale Nazionale di Trieste, con le stamurine battute sul campo ma non certo nel morale. La seconda partita è stata sicuramente più livellata con le biancoverdi che hanno subito un parziale già nel primo quarto e poi dovuto inseguire ma senza mai affondare e rimanendo sostanzialmente in scia del Baloncesto Isontina, altra formazione che al termine della tre giorni padovana ha saputo conquistare il pass per Trieste. 50-67 per le friulane e ultima partita che vedeva opposte al CAB Stamura il Basket Valtarese. Altra gara in salita per le stamurine subito sotto 19-7 al 10′ e 37-21 all’intervallo. Distanze immutate al 30′ (52-36) fino al 69-41 finale.

A margine dei risultati conseguiti rimane sicuramente l’esperienza vissuta dal gruppo la cui grande qualità va oltre ogni punteggio ottenuto in campo. La squadra si è ulteriormente cementificata e coesa durante i tre giorni vissuti insieme 24 ore su 24 condividendo ogni attimo. A capo di tutto il mentore della squadra, coach Stefano Novelli che ha accompagnato lungo l’intera stagione una squadra protagonista di un percorso di crescita che non è sempre è stato apprezzato aldifuori dello spogliatoio biancoverde. Alcune atlete avrebbero sicuramente meritato maggiore attenzione da parte del Settore Squadre Nazionali ed essere maggiormente coinvolte nei suoi progetti. Nessuna biancoverde interessata, neanche quelle che si sono distinte oggettivamente agli occhi di tutti a suon di canestri e prestazioni superbe in ogni lato del campo. Nessuna polemica, vorrà dire che questa indifferenza servirà da stimolo per migliorarsi ancora.