Una bella esperienza a casa della Virtus Bologna

  • in

Due gare amichevoli, contro avversarie di livello e spessore, e una partita di Serie A a conclusione della bella domenica trascorsa dai gruppi 2001 e 2002 del CAB Stamura ospiti della Virtus Bologna. A conferma del rapporto di collaborazione tra le due Società la delegazione biancoverde ha trascorso un bel pomeriggio al fianco di uno dei sodalizi più importanti e prestigiosi d’Italia sfruttando anche l’aspetto tecnico con lo svolgimento di due utili test per le squadre Under 15 e Under 14 in previsione dei prossimi loro impegni ufficiali.

Alla Palestra “Porelli”, storico quartier generale delle VNere, i primi a scendere in campo sono stati i classe 2001 guidati da coach Ferri. Dall’altra parte la Virtus Bologna di Giordano Consolini reputata una delle migliori squadre U15 a livello nazionale.  Il CAB Stamura attendeva questa partita per testare il gruppo in attesa dei Concentramenti Interregionali che i biancoverdi si troveranno ad affrontare a maggio. Buon primo tempo per i dorici con la Virtus avanti all’intervallo 32-41. Nella ripresa la differenza si è fatto sentire maggiormente e il CAB Stamura ha visto una forte diminuzione delle proprie percentuali di tiro specialmente nell’ultimo quarto. Virtus avanti 57-46 al 30′ e poi sul velluto nel finale con il risultato inchiodato sull’82-53 al 40′.

Subito dopo la sfida tra i gruppi 2002 che potrebbero ritrovarsi magari uno di fronte all’altro nella prossima fase nazionale del campionato Under 14 elite.  Match sicuramente più equilibrato rispetto al primo con il CAB Stamura che ha tenuto testa all’avversario davvero a lungo. 12-11 per i bianconeri alla prima pausa, e VNere in allungo prima dell’intervallo (33-26). Nel terzo quarto ancora uno strappo della squadra locale di coach Largo (57-43) con il CAB Stamura che riusciva a rimontare finendo sconfitta soltanto di tre punti (69-66).

Alla fine mega foto di gruppo per tutti e il trasferimento all’Unipol Arena dove l’Obiettivo Lavoro Bologna ha perso contro la Dolomiti Energia Trento (68-75). Emozione misto a orgoglio per aver visto prima della partita il tributo  del pubblico presente all’arena bolognese rivolto ad Alessandro Pajola reduce (insieme al compagno di squadra Penna) dalla brillante prestazione con la maglia della Nazionale Under 18 al Torneo di Mannheim. Ovazione ovviamente per “Pajo” da parte della delegazione  biancoverde presente alla partita.  Al suono della sirena tutti sul pullman ringraziando per l’ospitalità ricevuta.